Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Sanremo: Russell Crowe “percula” Travolta

La seconda serata del Festival di Sanremo è stata ricca di colpi di scena, ma uno dei momenti più memorabili è stato senza dubbio il siparietto tra Russell Crowe, Teresa Mannino e John Travolta.

L’attore premio Oscar, salito sul palco per esibirsi con la sua band, ha colto l’occasione per ironizzare sulla discussa performance di Travolta della sera precedente. Su invito di Teresa Mannino, che lo stuzzicava sul suo cognome non proprio italiano, Crowe ha imitato il celebre “ballo del qua qua” di Travolta, accompagnando il gesto con un eloquente “What the f**k!”.

La gag ha scatenato l’ilarità del pubblico e del web, con i social che si sono immediatamente riempiti di meme, gif e commenti divertiti. L’hashtag #RussellCrowePerculaTravolta è diventato rapidamente virale, testimoniando l’entusiasmo del pubblico per la spontaneità e l’ironia dell’attore.

Travolta e Crowe: due compensi a confronto

Immancabile, come da tradizione sanremese, la questione dei compensi degli ospiti. Se per Travolta la Rai ha parlato di “rimborso spese”, la stessa formula è stata utilizzata per Crowe.

Nonostante la reticenza ufficiale, si stima che il rimborso spese per entrambi i divi si aggiri intorno ai 25-30mila euro. Una cifra giustificata, in parte, dal fatto che entrambi si trovavano già in Europa per altri impegni.

Le polemiche sull’esibizione di Travolta, accusato di pubblicità occulta per le scarpe indossate, non hanno risparmiato neanche Crowe. La sua presenza a Sanremo, infatti, coincide con il tour estivo del suo gruppo, The Gentlemen Barbers, che farà tappa in Italia con sei date.