Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Si sacrifica per salvare un rider, Valerio muore a soli 43 anni in moto

La morte di un ragazzo così giovane è sempre un dolore per l’intera società, non solo per la comutà ristretta di amici e familiari. Il dolore è quello di sapere che un ragazzo nel pieno della vita è stato strappato all’affeto dei suoi cari e dei suoi amici per una terribilità fatalità, con ancora tutta la sua vita davanti.

Le dinamiche dell’incidente non fanno che sottolineare quanto Valerio fosse un ragazzo d’oro, una brava persona che pensava più al prossimo che a se stesso. Vediamo insieme cosa è accaduto ieri.

Lo sfortunato incidente

L’incidente che ha portato alla morte di Valerio Lauroni è una triste tragedia. La dinamica dell’incidente ha mostrato l’eroico tentativo di Lauroni di evitare il rider in bicicletta, questo sottolinea il coraggio di Valerio che ha cercato di salvare la vita di un ragazzo, mettendo a rischio la sua stessa esistenza.

L’incidente ha avuto luogo ieri sera, martedì 23 gennaio 2024, sulla Via Prenestina, Valerio ha trovato la morte mentre si trovava in sella alla sua moto Yamaha, poco prima delle nove di sera, all’altezza del civico 33.

L’incidente è stato causato dal fatto che Valerio ha cercato di evitare lo scontro con un rider in bicicletta, un 41enne del Bangladesh, che stava attraversando la strada. Lauroni, proprio nel tentativo di evitarlo, ha effettuato una manovra brusca e ha perso il controllo del suo mezzo, schiantandosi contro un’auto in sosta. L’impatto è stato violentissimo, e purtroppo, Valerio Lauroni è morto sul colpo.

Chi Era Valerio

Valerio Lauroni al lavoro

Valerio Lauroni era un artigiano molto stimato nella zona di San Lorenzo. Proprietario della VL Design, una tappezzeria artistica in via dei Marsi, Lauroni era conosciuto per il suo impegno nel dare nuova vita agli oggetti di arredo con la sua creatività. La VL Design, presentata come una “tappezzeria artistica,” era il rifugio della sua creatività e passione per l’arte dell’arredamento, ora testimoniata dalle creazioni visibili sulla sua pagina Instagram.

Valerio lascia una fidanzata, un gatto e numerosi amici che lo ricordano come un giovane serio e sempre disponibile. La sua scomparsa ha generato un vuoto incolmabile nella comunità, dimostrato dai saluti social pieni di amore e tristezza.

L’addio social

Appena appresa la notizia, numerosi amici, colleghi e conoscenti di Valerio hanno espresso il loro cordoglio sui social. Messaggi di addio e ricordi affiorano nelle pagine virtuali, sottolineando l’impatto positivo che Lauroni aveva avuto nelle vite di coloro che lo conoscevano. Di seguito alcuni esempi.

La perdita di Valerio Lauroni lascia un vuoto non solo nell’ambito artigianale di San Lorenzo, ma anche nei cuori di coloro che hanno avuto il privilegio di conoscerlo. La sua memoria sarà preservata per sempre, lo dimostrano gli addii commossi sui social e le testimonianze di chi ha avuto il piacere di condividere momenti di vita e lavoro con lui. In questo momento di lutto, la comunità si stringe attorno ai familiari e agli amici di Valerio Lauroni, cercando conforto nella memoria di un uomo che ha lasciato un’impronta significativa nella sua comunità.