Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Calcio e certificati: novità 2024

Calcio e certificati: novità 2024

Il certificato plurimo calcio o in generale a uso sportivo è un documento importante per iniziare qualsiasi attività a livello agonistico. Infatti, le società sportive hanno bisogno di sapere che il futuro atleta non è solo in buona salute – come garantisce un certificato di sana e robusta costituzione – ma anche che il nuovo arrivato abbia tutte le carte in regola per giocare in sicurezza. Per poter provare questo aspetto servirebbero diversi documenti, ma il certificato plurimo calcio risolve questo problema inserendo tutte le notizie utili in un unico documento da presentare al momento dell’iscrizione a una società sportiva. Ecco cos’è nei dettagli e come ottenerlo.

Che cos’è il certificato plurimo calcio

Che cos'è il certificato plurimo calcio
Calcio

Il certificato plurimo calcio è un documento che identifica chiaramente:

  • chi è la persona a cui si riferisce il certificato, con: nome e cognome, data di nascita, codice fiscale, carta di identità, indirizzo di residenza e di domicilio (se diverso da residenza), recapiti telefonici ed email.
  • le vaccinazioni effettuate;
  • il certificato medico agonistico.

L’originale del certificato plurimo calcio si può ottenere solo a seguito di una visita medico sportivo agonistica, che si ottiene presentando il modulo relativo. Il modulo si trova sul sito dedicato all’ambito sanitario della Regione di residenza. In caso di minori è importante che alla visita sia presente un genitore o un tutore.

Se è una persona diversa dal genitore o dal tutore ad accompagnare il minore, allora è necessario che l’accompagnatore si presenti alla visita con una copia dei suoi documenti di riconoscimento, una copia dei documenti di riconoscimento del genitore e una delega scritta, che si può scaricare sempre sul sito regionale.

Come scaricare il certificato plurimo calcio con SPID

Come scaricare il certificato plurimo calcio con SPID
Calcio

Una volta che il certificato plurimo calcio è stato redatto in originale, il medico invia la documentazione anche al sito della Sanità regionale. Così si possono ottenere anche delle copie in PDF. Come fare? Prima di tutto serve lo Spid, la Carta Nazionale dei Servizi o la Carta d’Identità Elettronica.

Una volta arrivati al sito regionale, si accede con lo Spid (o con le alternative che ti abbiamo indicato) e si trovano le certificazioni all’interno della pagina dedicata al tuo profilo. Potrai scaricare diversi tipi di certificato, tra cui il certificato plurimo calcio.

Il consiglio è di presentare sempre delle copie del certificato, in modo da avere l’originale sempre a portata di mano. Il documento è definito contestuale, perché mette nero sul bianco le condizioni del giocatore al momento. Per questo è necessario effettuare dei controlli annuali che attestino il mantenimento delle condizioni di salute.

Perché il certificato plurimo calcio è necessario

Perché il certificato plurimo calcio è necessario
Calcio

Il certificato plurimo calcio è necessario perché:

  • si verificano le condizioni di partenza di chi gioca e se può giocare senza rischi per la salute;
  • si possono monitorare i risultati man mano che il giovane partecipa all’attività sportiva;
  • aiuta a capire lo stato di salute generale;
  • risponde alle esigenze del calciatore stesso, che deve dimostrare i suoi risultati quando l’attività diventa agonistica;
  • consente di dimostrare lo stato di salute quando si cambia società sportiva;
  • chi opera in questo settore monitora anche questi aspetti prima di pensare alle quotazioni in campo.

Nel caso dei minori che giocano a calcio, il certificato diventa anche un modo per monitorare lo stato di salute e di crescita, evitando comportamenti scorretti che si possono trasformare in patologie in età adulta.

In ogni caso il certificato non è l’unico documento che serve per giocare a calcio, anche perché le associazioni sportive devono rendicontare in base al regolamento della FIGC per l’inserimento dei giovani in campo. In più, le società devono tenere tutto sotto controllo anche in vista di gare ed eventi.

Infatti, quando si gioca a livello professionale, è importante capire se un giocatore si è ripreso da un infortunio e quali sono le sue reali condizioni. In questo contesto il certificato plurimo calcio è utile per definire quali sono state le conseguenze e come rispondere, oppure per capire quali sono le strategie migliori per poter ristabilire le condizioni di salute ottimali per giocare.

Che documenti servono per giocare a calcio

Che documenti servono per giocare a calcio
Calcio

I documenti per il tesseramento cambiano in base a chi si iscrive. Infatti, ci si può iscrivere a partire dagli 8 anni. Il tesseramento dipende dall’associazione sportiva di riferimento, che inserisce tutto quello che serve, con le modalità di iscrizione, i moduli e gli importi da pagare per anno. In generale, i documenti richiesti sono:

  • I moduli di iscrizione compilati e firmati, da scaricare sui siti delle associazioni sportive;
  • Il certificato plurimo calcio in copia;
  • La copia del bonifico per il pagamento della tessera socio;
  • Le copie della carta di identità e della tessera sanitaria.

Possono essere richiesti ulteriori documenti in caso di cittadini comunitari o al di fuori dell’Unione Europea. Nel primo caso serve il certificato di residenza che attesti la residenza in un Comune Italiano, mentre nel secondo caso serve il permesso di soggiorno.

Se il giocatore proviene da un’altra società sportiva, è necessario presentare anche il certificato medico a uso agonistico, il certificato di residenza e lo stato di famiglia. Questi documenti sono generalmente richiesti per la prima volta, mentre per i rinnovi servono solo la copia del bonifico e il certificato plurimo calcio riferito all’anno in corso. Ricorda di conservare la copia di tutti questi documenti.

Argomenti