Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Ritardo auto nuova: ottenere sconti

Ritardo auto nuova: ottenere sconti

Lo sconto per ritardo consegna auto nuova è possibile e quando ne hai diritto? Non consegnare il mezzo nei tempi previsti può generare un disagio per il cliente, così tra le clausole del contratto possono esserci indicazioni su eventuale sconto per ritardo consegna auto, soprattutto quando l’auto è nuova e su prenotazione. Come funziona e quando hai diritto allo sconto? Ti spieghiamo come funziona in questa guida.

Cosa fare se il concessionario non rispetta i tempi di consegna

Cosa fare se il concessionario non rispetta i tempi di consegna
Auto

Se il concessionario non consegna l’auto nel giorno previsto, devi dare un’occhiata al contratto di vendita del mezzo e alla normativa vigente in materia prima di procedere alle vie legali. Per evitare queste situazioni, il concessionario può pensare di lasciare la data di consegna in bianco, ma è importante insistere e richiedere che ci sia una data di consegna massima.

Infatti, se l’auto non arriva in tempo devono essere previsti sconti se l’auto non arriva entro un massimo di 60 giorni dalla data di firma del contratto se non ci sono indicazioni. Se c’è una data precisa, il Codice del Consumo impone al concessionario di rispettare i 30 giorni dal termine indicato sul contratto.

Il ritardo dipende sempre da cosa è indicato sul contratto. In genere se il contratto impone 9 mesi per la consegna il cliente non può ottenere sconti o risarcimenti. proprio perché è stato informato per contratto. Questo può accadere nel mercato delle auto di lusso, dove c’è la prenotazione della nuovo bolide in uscita, ma avviene un ritardo per la consegna di alcuni pezzi.

Quanto tempo ha una concessionaria per consegnare auto

Quanto tempo ha una concessionaria per consegnare auto
Auto

Il concessionario ha l’obbligo di consegnare l’auto nei tempi previsti, ma se non può farlo ha l’obbligo di informare il cliente e di prospettare una seconda data di consegna. Se questa seconda data non ti convince, allora puoi anche rifiutarla e richiedere il rimborso di quanto hai pagato e l’annullamento dell’eventuale prestito auto che hai sottoscritto. Puoi anche chiedere eventuale risarcimento danni in sede legale.

Prima di procedere con le vie legali, è importante verificare che la concessionaria sappia che non hai accettato la nuova data e/o che vuoi procedere con richieste di risarcimento in sede legale. Ricorda anche di informare la concessionaria se decidi di accettare la data da loro prospettata per la consegna, richiedendo uno sconto ritardo consegna auto nuova. Come procedere?

  • Rifiuto della data proposta. Invia una lettera di un avvocato con raccomandata con ricevuta di ritorno. Richiedi il risarcimento e l’annullamento del prestito. Intima il successivo passo alle vie legali in caso di risposta negativa.
  • Accettazione della data proposta. Indica nella lettera tramite raccomandata che la data prevista ti sta bene, ma che richiedi uno sconto per il ritardo della consegna. Spiega che ti rivolgerai a un’associazione per i consumatori se non accetteranno di farti lo sconto.
  • Nessuna data proposta dalla concessionaria. Verifica la data indicata sul contratto. Se dopo 30 giorni l’auto non arriva, informa l’azienda che ti stai rivolgendo all’Arbitro per le Controversie dei Consumatori, oppure al tribunale.

Perché le auto nuove non vengono consegnate

Perché le auto nuove non vengono consegnate
Auto

Purtroppo ci sono stati dei problemi di fornitura dei componenti elettrici durante il periodo della pandemia e anche dopo. Infatti, pochi Paesi sono in grado di produrre chip e altri pezzi che servono per le auto elettriche. Alcuni sono stati colpiti pesantemente dalla pandemia, come è avvenuto alla Cina, mentre altri si trovano nei conflitti in guerra e pagano delle sanzioni.

In questi casi gli stabilimenti non possono produrre perché distrutti, oppure ci sono delle sanzioni che impediscono le importazioni di chip. Questo problema ha riguardato le auto elettriche e non solo fino a pochi mesi fa, ma ora la situazione sta migliorando.

Il consiglio è di aspettare che l’auto sia materialmente dal concessionario prima di procedere con l’acquisto. Infatti, agire su prenotazione può comportare un’attesa fino a 9 mesi, soprattutto per i modelli in edizione limitata. Per ridurre i disagi puoi scegliere un’auto a noleggio, che consente di ottenere mobilità. Quando l’auto non ti servirà più perché è arrivata l’altra potrai riconsegnarla.

Se decidi di fare causa alla concessionaria o di richiedere uno sconto, ricorda di conservare tutte le ricevute relative all’acquisto, con riferimento a:

  • contratto di acquisto;
  • fatture;
  • bonifici;
  • contratto relativo a eventuali prestiti per comprare l’auto.

Tutti questi documenti ti saranno utili se vorrai passare alle vie legali, o semplicemente per chiedere uno sconto.

Quanto tempo passa dalla produzione alla consegna di un’auto

Quanto tempo passa dalla produzione alla consegna di un'auto
Auto

Quando ci si rivolge a un concessionario per un’auto nuova, i tempi richiesti variano dai 3 ai 9 mesi, ma dipende sempre dalla data presente sul contratto. Infatti, se nel contratto ci sono tempi di attesa più brevi, allora conta quanto scritto nero su bianco.

Tra la produzione materiale dell’auto e la consegna passano mesi perché, oltre a reperire i pezzi, le aziende devono produrre diverse auto in serie, che poi vanno su mercati e Paesi diversi. Così è importante sapere che anche la concessionaria può intervenire per richiedere la consegna dell’auto nei tempi previsti, ma in alcuni casi deve tenere conto anche dei tempi produttivi della casa madre.

Quando scegli la nuova auto informati sui tempi di consegna e valuta anche l’utilizzo dell’Arbitro per le Controversie dei Consumatori per ridurre i costi rispetto a un processo civile.

Argomenti