Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

3 consigli su come guadagnare 10 euro al giorno

Un manager festeggia un bel risultato.

Inutile negarlo: prima o poi chiunque di noi ha sognato almeno una volta di poter guadagnare soldi facili senza aver bisogno di lavorare o fare sforzo alcuno. Spesso, purtroppo, questo tipo di mentalità porta gli individui a compiere azioni ai limiti della legge (se non addirittura illegali, tout court), ma in realtà esistono modalità di guadagno assolutamente trasparenti e in linea con le normative vigenti.

Ci sono infatti alcuni servizi e siti a nostra disposizione che, utilizzati nel modo corretto, ci possono permettere di portarci a casa fino a 10 euro al giorno (se non di più!). Vediamo insieme tre esempi in questo senso e come è possibile raggiungere questo interessante obiettivo.

Generare reddito passivo con gli investimenti: il mondo del trading online e delle cripto

Ma è davvero possibile guadagnare fino a 10 euro al giorno senza dover necessariamente lavorare? Sì, scopri subito qui come!
Una carta di credito spunta da un portafoglio.

Per chi è avvezzo del settore, il mondo degli investimenti e della finanza online è certamente una realtà da tenere d’occhio se è interessati ad un reddito passivo facile. Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, dare il via a questo tipo di attività non richiede una cifra di partenza enorme (per quanto necessiti, per lappunto, di un piccolo investimento personale), né di chissà quali strumenti tecnologici. Per iniziare ad avvicinarsi al mondo del trading basterà infatti solo un computer o al massimo uno smartphone.

Il trading online è, in sostanza, una modalità per investire in borsa, vendendo e acquistando titoli finanziari in autonomia. L’obiettivo principale di chi vi si dedica è per l’appunto il guadagno prodotto dallo scarto che sussiste tra il prezzo di acquisto e quello di vendita di azioni o altri strumenti finanziari. Per raggiungere un obiettivo di guadagno minimo giornaliero (possono essere 10 euro, ma perché no anche più soldi) è tuttavia necessario scegliere una strategia adeguata, diversificare il proprio portafoglio, valutare le piattaforme dove investire e scegliere che tipo di investitore si vuole essere.

Ma, in definitiva, quanto si guadagna con il trading online, per esempio affidandosi a piattaforme come E-Toro? Le cifre possono in realtà variare enormemente da investitore a investitore per una serie di fattori (non da ultimo l’ammontare di denaro investito in partenza): ad ogni modo, per chi è alle prime armi ci si può attendere un guadagno iniziale medio che va dagli 0 ai 500 euro al mese. Raggiungendo una cifra di 300 euro, dunque, si riuscirà già a raggiungere l’ideale obiettivo simbolico dei 10 euro al giorno.

L’altra opzione è legata alle criptovalute. Le “cripto” sono una nuova classe di asset caratterizzati da rapidi movimenti dei prezzi e da un profilo di rischio tipico degli strumenti ad alta volatilità. Questi beni digitali sono creati e archiviati su una blockchain e, proprio alla luce della loro volatilità, sono considerati interessanti da diversi tipi di investitori. Attenzione però: è importante ricordare che rispetto ad altri asset in questo caso il rapporto tra rischio e potenziale guadagno è molto più elevato.

Generare introiti investendo in criptovalute è una possibilità concreta? Sì, certamente, ma fornire delle indicazioni precise a livello di guadagni non è possibile, proprio in considerazione dell’instabilità di fondo del mercato delle cripto.

Guadagnare con i sondaggi

Negli ultimi anni ha iniziato a diffondersi in modo sempre più capillare sul web la presenza di aziende che effettuano ricerche di mercato per le quali c’è bisogno dell’opinione di utenti che, a fronte delle loro risposte, vengono retribuiti.

In sostanza, partecipando ad alcune di queste ricerche è possibile aggiungere un guadagno extra in maniera semplicissima: basterà essere in possesso di un computer/uno smartphone e una buona connessione internet. Tra i siti che si occupano di questo tipo di attività online troviamo per esempio LifePoints, che periodicamente invia ai suoi iscritti interessati al servizio (l’iscrizione è gratuita) questionari su prodotti e servizi di vario tipo. Ad ogni sondaggio completato il relativo utente guadagnerà un tot di punti, che potranno essere accumulati. Quando i punti raggiungeranno una certa soglia minima potranno sbloccare premi in denaro che verranno depositati sul proprio conto Paypal nel giro di dieci giorni lavorativi. In alternativa sarà possibile riscattare i punti accumulati anche attraverso alcuni online store, come Amazon, Decathlon o La Feltrinelli.

Piattaforme come Alta Opinione, American Consumer Opinion, Toluna o ancora Google Opinion Rewards propongono servizi molto simili. In ogni caso vale la pena sottolineare come queste piattaforme non forniscono necessariamente occasioni di guadagno giornaliere. Possono infatti passare diversi giorni dal caricamento di un sondaggio ad un altro. Comunque sia, unendo l’impegno profuso su tutti i vari siti sopracitati è sicuramente possibile ottenere un guadagno extra mensile non trascurabile.

La rivendita di prodotti usati online

Come si fa per guadagnare fino a 10 euro al giorno ma senza dover lavorare? Ecco tre consigli davvero molto utili in questo senso.
Dollari americani.

Di recente, in un’ottica circolare, hanno iniziato a spuntare sul web anche diversi siti che permettono ai loro iscritti di guadagnare rivendendo prodotti di cui non hanno più bisogno. Il mercato di seconda mano online è sempre più diffuso e apprezzato, anche perché spesso permette agli acquirenti di portarsi a casa abiti (o altri oggetti) di alta qualità a prezzi stracciati.

Una piattaforma come Vinted, da questo punto di vista, è diventata praticamente leader del mercato e permette ai suoi utenti lo scambio di capi d’abbigliamento usati (ma non solo) ad un costo di favore. L’utente venditore potrà così ricevere in cambio il pagamento della cifra stabilita al momento del caricamento dell’articolo online, a patto che chi ha ricevuto l’ordine non segnali problemi. Un servizio molto simile è offerto anche da Wallapop, un altro sito basato sullo scambio di prodotti di seconda mano di varia natura. 

In questo caso, chiaramente, la cifra che si potrà guadagnare giornalmente varia in base al prezzo dell’oggetto rivenduto: la cifra di 10 euro potrà dunque essere facilmente raggiunta con una piccola vendita.

Argomenti