Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Investimenti in arte e collezionismo: vantaggi e rischi

Immagine di pennelli e colori

Non è facile capire da dove iniziare quando si parla di investimenti in arte e collezionismo. Il mondo degli investimenti creativi è assai vasto ma è assolutamente soggettivo e legato ai possibili vantaggi che si possono ottenere. Negli ultimi anni, al pari della tecnologia, anche il mondo dell’arte si è evoluto per via del boom dei mercati online e all’ascesa dei social media come mezzo per far conoscere gli artisti più giovani. 

Anche la nascita degli NFT ha dato una grossa spinta a questo settore, aumentando il volume di affari. L’arte digitale opera in un ecosistema completamente nuovo, che potrebbe sia espandere che rivoluzionare completamente il mondo dell’arte, creando nuove frontiere che manderanno in archivio il mondo dell’arte per come lo abbiamo conosciuto dagli anni ’70 in poi. 

Il mondo degli investimenti nell’arte si sta evolvendo rapidamente, ecco perchè bisognerebbe consultare degli esperti prima di avventurarsi in questo settore. Bisogna intanto capire qual è la ragione che può indurre una persona che possiede un discreto capitale ad avventurarsi in questo mondo così complesso e articolato. 

Non esiste una ragione giusta o sbagliata per investire nell’arte e nel collezionismo. Molti collezionano in base a interessi artistici o alla passione per un artista particolare. Ad esempio, una tipologia di artista potrebbe essere strettamente correlato alla propria storia personale. Esistono molti collezionisti che raccolgono quadri di pittori che seguono una determinata corrente artistica, mentre negli ultimi anni è aumentato l’interesse per l’identità queer e gli artisti emarginati. È sorprendente vedere che ci sono anche molti artisti di colore che stanno riscuotendo grande successo. 

Alcuni collezionisti, ovviamente, saranno spronati da ciò che un’opera dirà di loro, dal momento che un’opera d’arte ha lo stesso scopo di un marchio di moda firmato. Esistono investitori che comprano le opere d’arte più costose solo per il loro valore. 

L’importanza di sostenere i giovani artisti emergenti

Aiutare la carriera di qualcuno può essere sempre qualcosa di molto costruttivo anche per allevare nuove leve e “svecchiare” il mondo dell’arte. Un giovane artista emergente potrebbe avere enormi potenzialità inespresse che in futuro potrebbero esplodere definitivamente regalando anche belle soddisfazioni economiche a coloro che hanno puntato sul suo talento. 

Sostenere gli artisti giovani e di talento può significare molto per loro in un momento in cui nessun altro apprezza i loro lavori, ma può diventare in futuro un’ottima rendita perchè le loro opere d’arte potrebbero acquisire valore nel tempo. 

Investire in arte e collezionismo: come guadagnare 

Dal punto di vista pratico investire in opere d’arte o oggetti da collezione funziona esattamente alla stregua di quando si acquista un bene ad un determinato prezzo per rivenderlo negli anni successivi ad un prezzo maggiorato quando il bene avrà acquisito maggior valore. La differenza però sta nei criteri di valutazione dell’opera e nel modo con cui il prezzo può fluttuare nel tempo. Esistono alcuni fattori che possono condizionare l’andamento del prezzo di un’opera d’arte. Innanzitutto la notorietà dell’autore e del marchio. 

Un’opera d’arte che può apparire banale come un semplice schizzo su una tela, può acquisire grande valore se la paternità viene attribuita ad un autore di grande spessore nazionale o internazionale. 

Anche lo stato di conservazione dell’opera d’arte gioca un ruolo di primo piano nella determinazione del prezzo. Per fare un esempio, un orologio d’epoca in perfetto stato e ben corservato, ha un valore maggiore rispetto ad un orologio al quale siano state fatte nel corso degli anni varie modifiche o riparazioni. Un altro dei fattori che può condizionare il valore di un’opera è anche il momento storico che si vive e che attraversa anche il mondo dell’arte. Anche questo mondo è attraversato da mode o tendenze che col passare del tempo possono cambiare, finire o rafforzarsi. Tutti questi elementi concorrono nel determinare il valore dell’oggetto d’arte e l’opportunità di un investimento.

Quanto si può guadagnare da questi investimenti?

Molte persone che si dilettano nella compravendita di opere d’arte lo fanno al solo scopo di speculare sulle fluttuazioni di prezzo per ottenere un profitto. Sapere quanto possono rendere gli investimenti in arte e collezionismo è tutt’altro che facile, anche perché il mercato dell’arte è regolato da logiche che spesso sfuggono o esulano dal valore reale dell’oggetto.

Tuttavia si tratta di un mercato sempre in crescita o in espansione anche perchè un’opera d’arte di valore rappresenta e rappresenterà sempre un investimento di lungo termine molto remunerativo, a patto che la scelta venga fatta da persone realmente competenti. Ai guadagni vanno sempre sottratti i costi che occorre sostenere per mantenere questi oggetti preziosi, soprattutto se devono essere restaurati o se devono essere adeguatamente assicurati per essere coperti dal rischio di incendi o di altri eventi che potrebbero diminuirne il valore. 

Argomenti