Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Enel e alberi: come chiedere intervento

Enel e alberi: come chiedere intervento

La richiesta intervento Enel potatura alberi è uno strumento di sicurezza pubblica indispensabile. Infatti, chi si accorge che c’è un ramo che va in direzione dei fili elettrici può informare l’Enel sul problema e assicurarsi che un dipendente intervenga per risolverlo, disinnescando così il rischio di danni su larga scala. Qual è la procedura da seguire e si può fare anche se l’Enel non è il tuo fornitore di energia? Facciamo chiarezza in questa guida.

La sentenza della Cassazione su interventi Enel

La sentenza della Cassazione su interventi Enel
Alberi

La Corte di Cassazione ha stabilito che l’Enel deve procedere alla potatura degli alberi con la sentenza n.18609 del 2013. Nel caso specifico un giardiniere era morto mentre stava potando un albero. Durante l’operazione, l’uomo aveva toccato un cavo di rame posto a 8 metri dal ramo dove si trovava. La scarica elettrica non gli aveva lasciato scampo.

Gli eredi avevano fatto causa all’Enel, spiegando che era loro compito procedere con la potatura, perché i loro cavi devono essere a una certa distanza da qualsiasi pianta per evitare incidenti. In primo grado il giudice non aveva ritenuto l’azienda responsabile, ma la Corte di Appello aveva ribaltato la prima sentenza.

La Cassazione ha definito imprudente l’atteggiamento di Enel in quell’occasione e ha stabilito l’obbligo per l’azienda da quel momento in poi. Il giardiniere stava lavorando in un terreno privato, ma questo non ha tolto nulla agli obblighi dell’azienda in sede processuale.

Così se hai bisogno di contattare l’Enel per la richiesta di potatura dei rami, non è necessario essere un cliente dell’azienda. La società non può rifiutarsi di procedere. In più, se ci sono i tecnici della società, è più facile per loro bloccare l’illuminazione nel tratto e nel tempo necessari per completare questo lavoro e ridurre al minimo i disagi.

Il modulo di richiesta intervento Enel potatura alberi

Il modulo di richiesta intervento Enel potatura alberi
Alberi

La richiesta intervento potatura Enel si effettua compilando il modulo da scaricare presente sul portale online. Una volta stampato e completato, il modulo si può inviare alla PEC [email protected], oppure direttamente dal sito alla sezione dedicata ai Servizi Online. In alternativa puoi mandare il tutto con raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo Casella Postale 5555-85100 Potenza.

La procedura non è disponibile chiamando il call center dell’Enel, ma è possibile che l’operatore ti ripeta come fare, anche se ti abbiamo inserito in questo articolo tutto quello che c’è da sapere in merito. I tempi di intervento possono essere lunghi: dipende dalla zona di riferimento e dal tempo che l’azienda impiega nel rispondere alle PEC o alle raccomandate dei cittadini.

In ogni caso, una volt ainviato il modulo compilato, non è più un tuo problema. Conserva le ricevute che attestato la tua richiesta di intervento e sappi che l’Enel ha l’obbligo di procedere anche per via della sentenza di Cassazione.

La procedura completa per ottenere la potatura dall’Enel

La procedura completa per ottenere la potatura dall'Enel
Alberi tagliati

I tecnici si recheranno sul posto indicato nel modulo che hai compilato qualche giorno prima di effettuare i lavori. Infatti, l’azienda è tenuta a informare i residenti della zona sul fatto che ci saranno dei lavori e che mancherà la corrente per un certo numero di ore. Per farlo, la società di solito procede con delle affissioni davanti ai condomini e sui pali delle vie interessate.

Il volantino indica anche le informazioni sugli orari, così che i residenti si possono organizzare di conseguenza. Anche se l’intervento di potatura non richiede molto tempo, le procedure di ripristino della corrente elettrica possono essere più lunghe. Di conseguenza l’azienda di solito indica un intervento di qualche ora anche a fronte di un intervento di potatura di poco tempo.

In più, l’Enel deve garantire la sicurezza dei propri operatori. Oltre a fornire tutto quello che serve, è necessario che la giornata non sia piovosa e che le scale siano sufficienti per portare gli operai all’altezza dell’albero da potare, senza contare le autorizzazioni da richiedere al Comune di riferimento.

Per questo è importante effettuare la richiesta di intervento dell’Enel per la potatura con largo anticipo e non dopo che il ramo è già formato e praticamente sul filo della corrente elettrica, quando la situazione diventa pericolosa.

Se non vuoi agire direttamente, puoi chiedere al proprietario del giardino dove si trova l’albero, oppure all’amministratore di condominio nel caso di alberi che si trovano all’interno del giardino condominiale o nelle vicinanze. Nulla ti vieta di risolvere tu stesso la questione, magari predisponendo delle prove fotografiche a tua tutela.

Perché è pericoloso avere gli alberi vicini ai fili elettrici

Perché è pericoloso avere gli alberi vicini ai fili elettrici
Alberi

Gli alberi crescono ed è necessario procedere con la manutenzione di tanto in tanto. Gli alberi sono presenti anche nelle città e questo da un lato è positivo per l’ambiente, ma dall’altro può creare gravi incidenti. Il ramo di un albero che sporge verso i fili elettrici può avere come conseguenza un incendio, perché la tensione elettrica crea la scintilla per infiammare l’albero, oppure generare un cortocircuito perché il ramo impedisce alla corrente di passare.

Il filo della tensione elettrica può anche bruciarsi, anche se è realizzato con materiali sicuri. Il risultato è che le zone collegate possono perdere l’accesso alla rete elettrica finché il problema non si risolve. Proprio per evitare questi disguidi, l’Enel ora ha il compito di fornire assistenza e di dare supporto a chi si accorge che c’è un problema di questo tipo.

Argomenti