Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Cos’è AKT.IO: analisi di una potenziale soluzione

Immagine logo AKT.IO

Ormai da diversi mesi in Italia è possibile effettuare trading automatico anche sulle criptovalute grazie all’app di gestione patrimoniale realizzata dalla scale up, AKT.IO. Facendo leva sulla blockchain, questa app consente agli utenti che la utilizzano di scambiare 90 tipi di criptovalute sfruttando anche le nuove funzionalità, Autopilot e il sistema di Affiliate Revenue

Autopilot non è altro che un algoritmo (frutto dell’evoluzione di WealthBot) che investe automaticamente in criptovalute seguendo degli schemi prefissati, eliminando così i rischi di perdite rilevanti. Una sorta di robo-advisor che gestisce il patrimonio in totale autonomia effettuando operazioni di compravendita per conto degli utenti, sfruttando in maniera scientifica algoritmi e analisi tecniche dei dati. 

Questa soluzione, per certi versi rivoluzionaria, mette a disposizione degli utenti un IBAN dedicato attraverso il quale si possono scambiare 90 criptovalute in maniera facile e intuitiva anche grazie agli algoritmi che sfruttano la tecnologia ideata proprio da AKT.IO e denominata WealthBot che offrono l’opportunità di realizzare profitti interessanti tramite gli investimenti automatici (ROI).
WealthBot è in grado di creare per ogni utente un portafoglio automatizzato determinando anche il profilo di rischio personalizzato

L’automatismo di Autopilot non prescinde del tutto dal “dato umano”, anche perchè bisogna considerare che questo algoritmo seleziona gli investimenti e il profilo di rischio sulla base delle ultime ricerche di mercato, sfruttando delle analisi avanzate e i tradizionali strumenti di trading al fine di individuare gli asset più congeniali all’utente. Per quanto gli scambi siano determinati dall’intelligenza artificiale, permangono dunque alcuni “condizionamenti” che provengono e che sono plasmati dall’elemento umano e dalle aspettative degli investitori. 

Affiliate revenue: come funziona il sistema di affiliazione

Il sistema di affiliazione ha consentito ad AKT.IO di crescere in maniera esponenziale anche grazie alla promozione che premia con un bonus del 10% delle entrate registrate dai nuovi profili, quegli utenti che invitano altre persone ad iscriversi alla piattaforma. Nonostante l’Italia rappresenti notoriamente un mercato non facile da penetrare per questa tipologia di piattaforme, AKT.IO ha subito riscosso una grande quantità di consensi. L’attrattività di queste piattaforme è da attribuire anche all’evoluzione del quadro normativo europeo e all’arrivo delle nuove direttive come il MiCA, che regolano le attività di questo settore e che lo renderanno molto più trasparente e sicuro in futuro. Ad oggi, secondo i dati comunicati dalla stessa azienda, sono oltre 25.000 gli utenti italiani che utilizzano i servizi di AKT.IO. 

Grazie all’innovativo Autopilot, gli utenti possono costruire la propria indipendenza finanziaria anche senza avere grandi competenze in materia finanziaria, in maniera facile e trasparente. AKT.IO dà la possibilità, attraverso la propria app, di investire in Bitcoin e altre criptovalute, in maniera del tutto consapevole, entrando in una community che cresce ogni giorno di più. 

I dati salienti su Akt.io

Akt.io è una società di diritto britannico con sede a Nizza a Sophia Antipolis e in Irlanda. Sono oggi circa 50 le figure impiegate per sviluppare l’app che presto verrà resa disponibile anche per effettuare trading automatico sulle principali borse del mondo. Come ha fatto sapere lo stesso Kevin Regis, ceo dell’azienda, l’Italia è uno dei paesi sui quali Akt.io punta di più tenuto conto che gli utenti che investono in criptovalute sono ben 7 milioni mentre altri 7 milioni vorrebbero farlo ma hanno rinunciato perchè non riescono a comprendere i fondamentali di questo mercato. Akt.io, fra l’altro, ha già sviluppato un token proprietario, Aktio, e ha già una sede a Roma e presto dovrebbe aprirne una anche nella città di Milano. Il futuro si preannuncia roseo non solo per Akt.io ma per l’intero settore anche in vista dell’approvazione del regolamento del settore, MiCA, che renderà questo mercato ancora più trasparente e sicuro. 

I numeri dell’app AKT.IO

Negli ultimi anni la startup Akt.io ha fatto registrare numero da capogiro con un’ICO da 27 milioni di euro e una rete di oltre 2.800 investitori sparsi in 63 Paesi diversi, E’ oggi attiva in 36 paesi europei con oltre 70 mila utenti, di cui solo 15 mila nel nostro paese. Ecco perchè il mercato italiano per AKT.IO rappresenta una risorsa fondamentale anche per le enormi potenzialità di crescita. 

Grazie a quest’app, sarà possibile democratizzare una tecnologia che prima era accessibile solo agli investitori esperti e che adesso si sta allargando, coinvolgendo anche quegli investitori che hanno a disposizione un capitale modesto e che hanno una scarsa conoscenza della materia ma una grande voglia di imparare e di fare profitti. 

Il fondatore di AKT.IO, Gael Itier, ha spiegato che l’app in futuro offrirà “a tutti la possibilità di acquistare Bitcoin e altre criptovalute grazie a un’interfaccia facile da usare, che offre ai principianti assistenza e consigli attraverso video e tutorial su come aumentare la propria indipendenza finanziaria”. Un obiettivo ambizioso che ha già coinvolto migliaia di italiani e che in futuro potrebbe coinvolgerne molti di più. 

Argomenti