Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Riscatto totale fondo pensione a scadenza: 4 motivi per considerarlo!

Donna giovane e donna anziana che consultano i dati sulla pensione

Il riscatto totale fondo pensione a scadenza è una procedura valida per chi ha un fondo pensione oltre al trattamento pensionistico INPS pubblico. L’investimento in un capitale integrativo assicura una somma in più oltre alla pensione di vecchiaia e viene incontro alle persone che non raggiungono la pensione per motivi di età o perché non hanno i requisiti richiesti da normative come quella sulla Quota 41. Non tutti possono accedere agli incentivi all’esodo e il fondo pensione è valido anche per gli eredi in caso morte della persona che ha investito. Come procedere al riscatto totale del fondo in caso di emergenza e quali sono le tasse che vengono applicate a questa operazione? Facciamo chiarezza in questa guida pratica.

Quando si può riscattare totalmente un fondo pensione

Quando si può riscattare totalmente un fondo pensione
Uomo che fa una ricerca al computer

Il fondo pensione si può riscattare in forma parziale o totale. Con la modalità parziale puoi ottenere fino al 50% dei fondi disponibili. Per procedere, devi essere disoccupato per un periodo dai 12 e i 48 mesi. Anche percepire la cassa integrazione per almeno 12 mesi dà diritto ad accedere al fondo. Puoi ottenere il riscatto totale fondo pensione a scadenza in caso di invalidità permanente con una riduzione della tua capacità di lavoro di almeno un terzo, per dimissioni, per licenziamento o per decesso del titolare del fondo. Infatti, puoi richiederla anche se perdi il lavoro e non riesci a trovarne un altro entro 48 mesi.

Il fondo pensione si basa su un sistema di accumulo: ogni anno paghi una somma stabilita da contratto dalle società che erogano questo servizio (come le compagnie di assicurazioni) e puoi richiedere il riscatto totale dopo i primi 5 anni di accumulo. In questa fase di accumulo, il denaro versato non può essere ceduto, pignorato o sequestrato. Puoi inserirlo nel fondo, ma non puoi prelevare. Su questi investimenti è previsto un rendimento per contratto.

Quanto viene tassato il riscatto del fondo pensione

Quanto viene tassato il riscatto del fondo pensione
Uomo anziano che effettua una ricerca al computer con una donna giovane

La soluzione del riscatto totale fondo pensione a scadenza è soggetto a tassazione. La liquidazione comporta un’imposta del 15%, che può salire al 23% se richiedi il riscatto totale per ristrutturare casa o perché non hai maturato i requisiti per la pensione. Puoi ottenere uno sconto dello 0,30% sulla tassa per ogni anno di versamento dopo il quindicesimo e per un massimo del 6% totale in caso di riscatto per spese sanitarie. Ottieni una riduzione dello 0,30% dell’imposta per ogni anno che hai versato come pensione complementare in tutti gli altri casi. Il pagamento avviene con F24 e puoi richiedere il calcolo a un professionista abilitato di fiducia. Con il riscatto il fondo non si chiude, ma resta valido senza contanti. Potrai continuare a versare se l’età te lo permette, oppure scegliere di chiudere tutto dopo aver riscattato completamente il fondo.

Perché riscattare il fondo pensione a scadenza, 4 motivazioni

Perché riscattare il fondo pensione a scadenza, 4 motivazioni
Donna anziana che chiede a una donna giovane

Perché scegliere di passare al riscatto totale fondo pensione a scadenza? Ecco 4 motivi per fare questa scelta!

  1. Se sei stato licenziato e non riesci a trovare lavoro per età. La soglia di età per andare in pensione è aumentata e le normative cambiano spesso da un anno all’altro. In tanti si ritrovano così a dover cercare lavoro anche dopo anni di contributi e non sono considerati appetibili per il mondo del lavoro. Se sei stato licenziato, ma non hai maturato l’età della pensione con le nuove normative, il riscatto totale ti aiuta a gestire le spese correnti e a ottenere una liquidità aggiuntiva da usare finché non trovi lavoro o non arrivi all’età pensionabile.
  2. Se hai un’invalidità permanente. In caso di invalidità permanente e improvvisa, chi ha un fondo pensione integrativo a scadenza può scegliere di riscattarlo prima per poter fare fronte alle spese mediche impreviste e per capire come muoverti con le pratiche relative al riconoscimento dell’invalidità.
  3. Se un tuo familiare ha creato un fondo pensione, ma è venuto a mancare. Se hai tutti i documenti richiesti per dimostrare di essere l’erede, allora puoi richiedere il riscatto anticipato se risulti beneficiario del fondo. Se non c’è il tuo nome tra i beneficiari, dovrai dimostrare di essere un erede legittimo. Questo dato è semplice da dimostrare se c’è ,un testamento che ti inserisce tra gli eredi. In caso di assenza di testamento, chi gestisce il fondo può chiederti documenti come lo stato di famiglia per capire il rapporto tra te e la persona che ha aperto il fondo.
  4. Se stai pensando di investire e di cambiare lavoro. Per molte persone è difficile cambiare lavoro, perché ti possono essere utili per la formazione o per avviare una nuova attività.

Riscattare il fondo pensione integrativo a scadenza non è esentasse. Verifica bene le condizioni imposte per procedere con questa operazione e se è davvero la soluzione più adatta alle tue esigenze. Se l’età lo permette, puoi scegliere anche di chiedere un riscatto parziale per affrontare le difficoltà e lasciare comunque il fondo attivo.

Argomenti