Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Eco Cooler: 5 modi per raffreddare la casa in modo sostenibile

Un dissipatore

Aria condizionata naturale senza consumi in bolletta? Una soluzione può essere un eco cooler! Così come una stufa pirolitica funzionante è in grado di produrre aria calda al momento del bisogno, l’eco cooler è una soluzione naturale che permette di ottenere aria fredda senza consumi in bolletta. Come ci riesce? Come per il sistema della Water Filtering Station e per quello che consente di rottamare le vecchie stufe, il segreto è usare dei pricipi di fisica e le caratteristiche di alcuni materiali per ottenere l’effetto sperato, cioè una casa più fresca e arieggiata. Infatti, anche se fa freddo, può capitare che l’aumento delle temperature nelle ore considerate più calde porti in casa un surriscaldamento difficile da arginare con gli strumenti tradizionali senza un consumo elevato in bolletta. Ecco 5 metodi per realizzare la tua eco cooler per evitare sprechi in bolletta!

Le 5 eco cooler che ti sorprenderanno

Le 5 eco cooler che ti sorprenderanno
Ventola

Come realizzare il tuo sistema eco cooler? Ecco alcune idee per te!

  1. Il cartone con le bottiglie. L’idea realizzata in Bangladesh consiste nel prendere un gigantesco cartone e creare dei buchi. Poi, devi ritagliare delle bottiglie a metà e usare la parte superiore inserendola nei buchi dal collo delle bottiglie. È importante che l’aria passi dal collo della bottiglia, quindi devi eliminare il tappo: non ti resta che infilare le bottiglie nei buchi che hai ritagliato dal cartone e applicare poi la struttura alla parete finché non si rinfresca un po’. La struttura è stata utilizzata con un atemperatura esterna di 45 gradi.
  2. Il vaso di terracotta. Questo serve per creare un frigorifero casalingo quando il tuo si rompe, oppure se si verifica un blackout elettrico. Appoggia il vaso di terracotta su una lastra e inserisci all’interno il cibo che si può deperire facilmente, come frutta e verdura. Prima di inserire il cibo, assicurati di inserire alla base di terracotta una piastra con all’interno dell’acqua. Evaporando, l’acqua rinfrescherà l’interno del vaso, creando un ambiente simile a quello di un frigorifero per qualche ora.
  3. Il ventilatore a batterie con il ghiaccio. Se fa davvero caldo e non sai come ottenere aria fresca, puoi usare un ventilatore a batteria ricaricabile e una lastra di ghiaccio. Ti basta mettere tutto in un contenitore di plasticfa aperto da un lato. Appoggia il ghiaccio davanti al ventilatore e approfitta del flusso di aria fresca che si genera.
  4. Il raffrescatore. Abbiamo già parlato del raffrescatore come soluzione per risolvere il problema dei consumi del condizionatore. Per i piccoli raffrescatori si possono usare le batterie ricaricabili o le powerbank per risparmiare sui consumi elettrici. Il raffrescatore offre aria fresca utilizzando l’acqua filtrata da mettere nel serbatoio prima di accedere questa soluzione naturale.
  5. Stendi il bucato in casa. Sembrerà strano, ma questa soluzione è simile al raffrescatore. L’acqua che evapora dai capi è profumata – perché avrai usato dei detersivi per lavare – e con le finestre chiuse avrai due risultati: una casa profumata e più fresca!

Come sesto suggerimento in più ti consigliamo di schermare le finestre: meno calore entra, più la temperatura sarà bassa in casa. Ci sono soluzioni come delle speciali tapparelle che puoi usare solo nelle ore più calde o quando il sole è davvero forte.

Eco cooler, cosa significa

Eco cooler, cosa significa
Condizionatore esterno

La parola eco cooler viene dall’inglese e sta per eco cioè ecologico e cooler cioè refrigeratore. Non è raro che in inglese questa parola voglia dire anche bibita gassata con aromi e un po’ di ghiaccio, soprattutto in estate. Con il tempo il significato è cambiato per dare l’idea di un raffrescatore ecologico, in grado di abbassare la temperatura di un ambiente chiuso per renderlo più gradevole.

Quando usare queste soluzioni per la tua casa? Come puoi vedere, quelle che ti abbiamo proposto sono soluzioni fai da te, che ti permettono di ottenere un ambiente rinfrescante con un abbassamento di temperatura massimo di 5 gradi. Se pensi che sia poco, immagina che in alcuni Paesi del mondo questi gradi fanno la differenza tra un ambiente vivibile e uno da evitare per non rischiare la salute. Queste idee sono poi arrivate anche in Italia come soluzioni fai da te per ridurre i consumi di energia.

Come rinfrescare la casa in modo naturale

Come rinfrescare la casa in modo naturale
Ventilatore interno

Oltre all’eco cooler ci sono altre strategie per ottenere l’aria condizionata naturale. Un altro metodo con le finestre è quello di aprirle la sera, per avere poi dell’aria fresca la mattina. Questa soluzione può essere valida per chi si alza presto o comunque non abita in zone con tantissimi palazzi, perché il passaggio di aria è ostacolato dai grattacieli intorno. Avere delle piante in casa rinfresca l’ambiente: ricorda che ci sono tanti fiori che puoi tenere all’interno non solo per dare alla casa un tocco in più, ma anche per rendere l’ambiente più fresco e confortevole grazie alla traspirazione di questi vegetali. Infine, prediligi i colori chiari per evitare di attirare calore (come avviene per il nero in estate).

Argomenti